What You Want Video Treatment Notes/it

From The Evanescence Reference
Jump to: navigation, search
Article.png

What You Want Video Treatment Notes is available in english. See the article

What You Want Video Treatment Notes está disponible en español. Ver el artículo

Το άρθρο What You Want Video Treatment Notes είναι διαθέσιμο στα ελληνικά. Δείτε το άρθρο

What You Want Video Treatment Notes está disponível em português. Ver o artigo

What You Want Video Treatment Notes به زبانِ پارسی موجود است. مقاله را از اینجا بخوانید


Carrie Lee

"What You Want"
Evanescence

What You Want” evoca la libertà e lo spirito combattivo del fiero ritorno degli Evanescence. Il paesaggio urbano di New York fornisce uno sfondo industriale al video che incarna il luogo in cui la band ha vissuto sino alla pubblicazione dell'ultimo album. Lo scenario metropolitano richiama il loro primo video di “Bring Me to Life”, ma lo conduce su un altro livello, alzando la posta in gioco e ponendo ogni cosa a una scala maggiore. Le riprese della band si svolgono in un piccolo, grintoso locale underground pressato da una folla di fans urlanti. Tagli di scena mostrano Amy mentre si libera dagli stretti confini della città e successivamente mentre corre sul ponte di Brooklyn, ritornando al mondo durante il suo regnare come dea del rock. Il video si svolge durante l'oscurità delle prime ore del mattino, culminando infine in un accenno di alba oltre lo skyline della città non appena la band guarda fissamente lungo l'infinita distesa del mare — è l'alba di un nuovo giorno per gli Evanescence.


DISSOLVENZA IN APERTURA:

EXT. NEW YORK CITY – OSCURITÀ DELLE PRIME ORE DEL MATTINO

Non appena il video incomincia, la telecamera fa una panoramica sopra i grattacieli di New York. L'oscurità avvolge ancora la città durante le ore prima dell'alba. L'ammaliante voce di Amy risuona tra i grattacieli. La band ha suonato in un locale affollato tutta la notte. La telecamera zuma con una corsa offuscata e non appena le chitarre entrano in gioco,

STACCO SU:

INT. LOCALE AFFOLATO – PRIMA DELL'ALBA 0:19

La band sta suonando in un piccolo club underground. I colori sono ancora spenti, ma esplodono nell'illuminazione del palco che lampeggia sulla scena. Il piccolo locale grintoso ricorda i primi concerti degli Evanescence. Una fantastica folla ondeggia contro il palco, i loro corpi ammassati riempiono il locale da parete in parete con una incredibile frenesia. La chioma di Amy è lunga e mossa dal vento, esprimendo una libertà selvaggia. Porta una striscia teatrale di trucco rosso sui suoi occhi. Il gruppo si esibisce con entusiasmo febbrile.

STACCO SU:

INT. METROPOLITANA – PRIMA DELL'ALBA 0:35

Amy è sola in una metropolitana deserta. La luce tremola in modo strano (come in un film horror) mentre cerca una via d'uscita. La videocamera la segue da dietro mentre Amy fa scorrere la sua mando lungo il muro di mattoni sporco che la imprigiona.

STACCO SU:

INT. LOCALE AFFOLLATO – PRIMA DELL'ALBA 0:43

Primo piano su Amy durante il verso “Every heart in my hands like a pale reflection”

STACCO SU:

INT. RAMPA DI SCALE – PRIMA DELL'ALBA 0:51

Amy sta risalendo un'oscura, stretta rampa di scale cercando di uscire dalla stazione della metropolitana. Lei sembra leggermente in paranoia, ancora fiduciosa e determinata.

STACCO SU:

INT. LOCALE AFFOLLATO – PRIMA DELL'ALBA 0:55

Un'altra ripresa veloce dell'intera band che suona nel locale. Singoli primi piani dei componenti del gruppo.

STACCO SU:

EXT. RAMPA DI SCALE – PRIMA DELL'ALBA 1:07

Amy è scappata dalla metropolitana arrivando a trovarsi in un vicolo stretto con edifici che la racchiudono su entrambi i lati. La città è ancora buia, ma fiotti di luce provenienti da alcune finestre sparse e da altre fonti di luce proiettano ombre minacciose.

STACCO SU:

INT. LOCALE AFFOLLATO – PRIMA DELL'ALBA 1:11

Un'altra ripresa veloce dell'intera band che suona nel locale. Singoli primi piani dei componenti del gruppo.

STACCO SU:

EXT. RAMPA DI SCALE – PRIMA DELL'ALBA 1:26

Amy sta ancora camminando sulla lunga rampa di scale, un'inquadratura riflette il suo stato mentale tormentato mentre lotta per uscire dall'immenso labirinto di edifici.

STACCO SU:

INT. LOCALE AFFOLATO – PRIMA DELL'ALBA 1:34

Un'altra ripresa veloce dell'intera band che suona nel locale. Singoli primi piani dei componenti del gruppo.

STACCO SU:

EXT. STRADE DI NEW YORK – PRIMA DELL'ALBA 1:49

Amy ha trovato la strada lungo le tortuose strade vuote di New York nelle prime ore del mattino. Procede tortuosamente lungo la sua strada attraverso gli ostacoli della città.

STACCO SU:

INT. LOCALE AFFOLLATO – PRIMA DELL'ALBA 1:58

Un'altra ripresa veloce dell'intera band che suona nel locale. Singoli primi piani dei componenti del gruppo.

STACCO SU:

EXT. PONTE DI BROOKLYN – ALBA 2:05
(recitazione, senza playback)

Non appena la canzone raggiunge il climax, Amy corre lungo il ponte di Brooklyn. Il momento in cui riassume la sua esuberante libertà, i sui capelli le scorrono dietro. I cavi del ponte creano un effetto stroboscopico non appena il sole incomincia a mostrarsi oltre lo skyline della città, correndo velocemente lungo i cavi. Non appena si giunge alla frase “forever spiraling” Amy salta nel vuoto ed il video la segue in un primo piano in slow-motion. “Down, down, down,” con la sua chioma e il suo abito che si scuotono intorno a lei in una caduta bellissima e surreale. Al minuto 2:36, urta il terreno con forza, atterrando a quattro zampe come una super eroina.

STACCO SU:

INT. LOCALE AFFOLLATO – ALBA 2:37

Breve primo piano sul drumming di Will

STACCO SU:

EXT. SOTTO IL PONTE DI BROOKLYN – ALBA 2:40
(recitazione, senza playback)

Come lei canta “It’s only me” vediamo Amy nel luogo in cui è caduta, in ginocchio a testa bassa, mentre i capelli le coprono il viso. La telecamera zuma lentamente in un primo piano laterale. Lentamente e con aria di sfida alza il capo.

STACCO SU:

INT. LOCALE AFFOLLATO – PRIMA DELL'ALBA 2:52

la band sta rocchegiando come non mai e la folla è in un caos estatico. Singoli primi piani dei componenti del gruppo.

STACCO SU:

EXT. SPIAGGIA – ALBA 3:17

Amy si è fatta strada sino alla spiaggia. Cammina in slow-motion verso l'orlo dell'acqua con il profilo di New York City dietro di lei, i raggi dorati spuntano oltre i grattacieli. Al minuto 3:24 la telecamera la segue da dietro. Si fa strada attraverso l'acqua. Gli altri membri della band entrano nell'inquadratura da dietro la videocamera, avanzando nell'acqua insieme a lei. Il video si conclude con la band rivolta verso l'infinita distesa del mare.

DISSOLVENZA IN NERO

Note e Fionti