Origin (album)/it

From The Evanescence Reference
(Redirected from Origin/it)
Jump to: navigation, search
Origin
Album in studio degli Evanescence
Pubblicato 4 novembre 2000
Registrato 2000
Durata 46:27
Etichetta Bigwig Enterprises
Evanescence - cronologia
Sound Asleep
(1999)
Origin
(2000)
Mystary
(2003)
Singoli promozionali
  1. "Whisper"
    Pubblicato: 2000
  2. "Lies"
    Pubblicato: 2000
  3. "Even in Death"
    Pubblicato: 2001
Article.png

Origin is available in english. See the article

Origin está disponible en español. Ver el artículo

Το άρθρο Origin είναι διαθέσιμο στα ελληνικά. Δείτε το άρθρο

Origin está disponível em português. Ver o artigo

Origin به زبانِ پارسی موجود است. مقاله را از اینجا بخوانید

Per il brano chiamato "Origin", vedi Origin.

Informazioni Generali

Origin venne pubblicato a Little Rock il 4 novembre 2000 in edizione limitata (ne furono prodotte soltanto 2500 copie). La Bigwig Enterprises smise di vendere Origin all'inizio del febbraio 2003 (un giorno o due prima che la colonna sonora di Daredevil fosse pubblicata) e lo rimossero dal loro catalogo[1][2]. Amy Lee non lo considera un album, ma una collezione di demo che loro "abbellirono" per spedirla a diverse case discografiche maggiori. Non a caso la stessa Amy Lee ha dichiarato in più interviste che in futuro non verranno stampate altre copie degli elementi discografici che hanno preceduto Fallen, in quanto la band non si sente più legata alla musica del passato[3][4]. Gli autori hanno inoltre permesso la distribuzione gratuita delle tracce.

Vin1.jpg Quando abbiamo iniziato con la band, io avevo all'incirca 14 anni, e non si trattava di niente più che scrivere un sacco di canzoni e fare registrazioni a casa. Durante l’intera scuola superiore Ben ed io (ed in seguito, David) passavamo tutto il nostro tempo libero ad ossessionarci per le canzoni, facendo le demo migliori che potessimo nelle case dei nostri genitori e suonando in giro per i club e nei locali. Origin è una raccolta delle nostre migliori registrazioni casalinghe fino al 2001 (credo. Forse 2000…). Ad ogni modo, allora ci stavamo ancora guardando dentro – imparavamo a scrivere. Ho sempre avuto la convinzione che la nostra musica sia cresciuta enormemente da allora, e voglio che continui a diventare ogni giorno meglio di prima, invece di guardarmi indietro. Ad essere onesta, è difficile ascoltare le cose più vecchie senza riderci un po’ su. Ma ovviamente per me quelle canzoni saranno sempre un po’ speciali, mi ricordano un periodo della mia vita insieme meraviglioso e terribile. È molto bello averle registrate, così da poterle riascoltare e sentirmi ai tempi da teenager – ricordando cose che avrei altrimenti dimenticato.[5] Vin2.jpg


L'album contiene tracce come "My Immortal", "Whisper" e "Imaginary", che sono state ri-registrate e inserite in "Fallen". Alcune di queste canzoni risalgono a pubblicazioni ancora precedenti, come per esempio "Where Will You Go?", "Imaginary" (contenute nell'EP Evanescence risalente al 1998) e "Whisper" (contenuta nell'EP Sound Asleep, 1999). Nella versione originale dell'album è possibile ascoltare una traccia nascosta, che anticipa la prima traccia del CD. Per poterla sentirla è necessario "riavvolgere" (sentendo ciò che si sta riavvolgendo) la prima canzone e raggiungere approssimativamente il tempo di -0:24. Tale traccia nascosta è un outtake estratto della fine del bridge di Anywhere, dove si possono sentire Amy Lee e David Hodges duettare introdotti da una citazione del film "My Boyfriend's Back": "There's a lot of prejudice against the undead". Inizialmente, la parte conclusiva dell'album avrebbe dovuto contenere la traccia Listen To The Rain inserita tra Eternal e Demise. Nonostante fosse inclusa nei pre-release, tale traccia venne tagliata dal prodotto finale. "Origin" è diverso dagli altri album degli Evanescence poiché contiene molti più strumenti elettronici e i brani sono collegati l'un l'altro più strettamente.

Tematiche

Diversi sono i temi trattati sui testi: la morte, l'amore e l'infanzia sono solo alcuni: « Scriviamo canzoni riguardanti le cose che accadono durante la vita. Nessuna delle nostre canzoni tratta di arcobaleni e di luce del sole. Qualche volta piove. Chi potrà mai aiutarci se non ne vogliamo nemmeno parlare. Nessuno è da solo ». Non mancano riferimenti alla sfera religiosa cristiana (vedi la citazione della Lettera ai romani 6:4 all'interno dell'album, la ripresa del canto Jesu Dulcis Memoria all'interno di "Field of Innocence" e le stesse foto riportate sull'album o in copertina). Il coinvolgimento degli Evanescence nel circuito della musica cristiana era piuttosto dichiarato[6][7]. Questo è quello che dichiarò Ben qualche mese prima della pubblicazione di Origin:

Vin1.jpg Per quanto riguarda la spiritualità - il messaggio che noi come band vogliamo trasmettere più di qualsiasi altro è semplice - Dio è amore. Lui è semplicemente Dio, ma un Dio benevolo. [...] Speriamo di esprimere con la nostra musica che la cristianità non è una lista inflessibile di regole da seguire solo per paura di una divinità invisibile che ti può colpire in ogni momento se sbagli. Io sono un cristiano. Provo sempre paura, dolore, compassione e non sarei ancora in vita se non ci riuscissi. La cosa bella riguardante la Mia relazione con Dio è che Lui capisce tutto ciò; Lui mi ha mostrato che cosa è realmente la vita.[6] Vin2.jpg


Tuttavia, secondo recenti dichiarazioni, pur essendo lei stessa cristiana, Amy non si sentiva molto in linea con tali pensieri tenendo in seguito a dare alla band un'immagine più laica e universale[8][9]:

Vin1.jpg Più che altro erano sentimenti che nutriva Ben. Io non mi sono mai sentita così fervente come lui. Tutte le volte in cui ripeteva che la sua vita era nelle mani di Gesù Cristo gli domandavo se sapesse esattamente il significato di ciò che stava dicendo, perché mi sembrava lontano anni luce dalla sua comprensione. Tant'è che sono riuscita a dare alla band un'immagine più laica, e alla fine non ci hanno più identificato come gruppo cristiano. Anzi, ci hanno proprio allontanato dal circuito. E adesso che lui non c’è più, finalmente non dovremo più discutere nemmeno di questo.[9] Vin2.jpg


Elenco Brani

  1. Anywhere (Hidden Outtake)
  2. Origin
  3. Whisper
  4. Imaginary
  5. My Immortal
  6. Where Will You Go
  7. Field of Innocence
  8. Even in Death
  9. Anywhere
  10. Lies
  11. Away From Me
  12. Eternal

Outtakes

Formazione

Gruppo




Ospiti

Artwork

Versione preparatoria[12] (settembre/ottobre 2000) e definitiva (novembre 2000) a confronto.
Sovrapposizione della copertina e della fotografia alla statua d'angelo del cimitero di Highgate. (Ingrandisci)

La grafica dell'album è stata progettata e curata da Adrian James[13] in affiliazione con montrographix.com[13]. La copertina interna è un semi-lucido di tre pagine, di peso medio-leggero con un lato di immagini a colori ed il rovescio in scala di grigi. L'inlay posteriore ha un solo lato stampato, mentre il supporto di plastica del disco è completamente opaco.

Nella copertina, accreditata a Rocky Gray[13], fa la sua apparizione un'evanescente figura che ritrae la statua di un Angelo sita nel famoso cimitero di Highgate, Londra. L'immagine, se sovrapposta, coincide perfettamente con una vecchia fotografia della statua (dalla fonte sconosciuta), che è stata utilizzata anche in altre copertine di album musicali, solitamente di genere Gothic[14]. Il grafico ha dichiarato di aver avuto non pochi problemi nel lavorare con tale foto in quanto il materiale fornitogli non aveva una risoluzione abbastanza alta, e che questo l'abbia in qualche modo obbligato a rendere l'immagine più "soft"[15]. La stessa foto appare in una versione provvisoria della copertina che venne mostrata in un sito di recensioni qualche mese prima della pubblicazione dell'album[12] (immagine in alto a sinistra). Il sito un questione è truetunes.com, della True Tunes Music, casa discografica che qualche tempo prima aveva pubblicato la compilation We The Living, Vol. 3, contenente un'inedita versione di Whisper.

Le foto riguardanti la band presenti all'interno del inserto sono state scattate da Ben Moody[13] (in parte in uno "studio" e in parte nel cimitero di Mt Holly di Little Rock), mentre le immagini su sito riportate sul retro del CD sono state scattate nel cimitero Oakland, a Little Rock, AR da Amy Bennett[13] e immortalano tre monumenti funebri: il monumento "Steen"[16] (una delle copie americane del famoso Angel of Grief, presente anche nella copertina dell'EP Evanescence), il monumento funebre di Mary Strickland[17] (dettaglio della mano con fiore) e il monumento "Fones"[18] (particolare di una delle volute all'angolo del monolite).

Sulla copertina interna si può notare un testo in latino tratto dalla Bibbia, Romani 6:4[19]: Consepulti enim sumus cum illo per baptismum in mortem ut quomodo surrexit Christus a mortuis per gloriam Patris ita et nos in novitate vitae ambulemus ('Noi dunque siamo stati sepolti con lui per mezzo del battesimo nella morte affinché, come Cristo è risuscitato dai morti per la gloria del Padre, così anche noi similmente camminiamo in novità di vita'). Lo stesso testo, questa volta in inglese, viene chiaramente citato tra i ringraziamenti subito dopo i crediti dell'album.

Versione originale

Le seguenti immagini fanno parte del concetto originale del team della Bigwig Enterprises (non sono scansioni). Il disco è una scansione, ma solo perché l'originale artwork basata sui vettori non rappresenta il disco reale. Queste immagini sono il più accurate possibile riguardo al disco. Sono leggermente marchiate per scoraggiare la creazione di falsi.

Versione Ultimate Collection

Pubblicazione e promozione

L'album fu pubblicato il 4 novembre del 2000 e venduto durante i concerti della band a Little Rock, Arkansas[20], e tramite il sito web della casa discografica. Nel sito ufficiale della casa discografica era possibile acquistare una copia di Origin al presso di 15$ (11 €)[21]. Era possibile prenotare il CD sia per via online tramite PayPal.com e sia per posta. Oltre che dagli USA, la Bigwig accettava, successivamente, prenotazioni provenienti anche dal Canada (per 16$, ossia 11,7€) e persino dall'Europa (per 17$, ossia 12,5€)[22]. Su EBay sono continuamente comprate copie vere e false dell'album, con prezzi anche maggiori ai 300$.

La pubblicazione dell'album fu annunciata tramite la stazione radio locale KLEC "Lick" 106.3 FM (che trasmette nell'area metropolitana di Little Rock) dove il singolo principale "Whisper" riscosse un discreto successo[20]. La promozione fu accompagnata da un concerto di inaugurazione definito dalla casa discografica come un "CD Release Party" (avvenuto presso il River Market Pavilion di Little Rock), dove l'album fu venduto per la prima volta. Quella notte furono vendute più di mille copie[20]. Il resto delle copie dell'album, ora non più in stampa, fu venduto durante i concerti nei modesti club e locali di Little Rock e tramite il sito internet della casa discografica. Di seguito sono riportati gli screenprint delle pagine del sito riguardanti Origin e gli Evanescence su bigwigenterprises.com [23]:

Singoli

"Whisper" fu scelto e pubblicato come "lead single" dell'album Origin[20]. Venne trasmesso inizialmente su una radio locale dell'area metropolitana di Little Rock, KLEC "Lick" 106.3 FM, dove divenne il nuovo singolo più richiesto per più di due settimane consecutive[20], attirando l'attenzione di etichette discografiche e stazioni radio di portata nazionale[20]. Per la modesta entità della pubblicazione e della promozione, del singolo non venne fatto alcun video. Quello Wisper fu il primo singolo della Band anche se potrebbe essere considerato piuttosto un singolo promozionale in quanto venne pubblicato esclusivamente a scopo promozionale e non commerciale. Tre anni dopo, sotto la casa discografica Wind-up Records, la band diede alla luce il suo primo vero e proprio singolo, "Bring Me to Life", destinato ad avere un successo a scala planetaria.

False pubblicazioni

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi la pagina Fake

Fake "Re-Release"

Pubblicazione Fake

Nel 2003, un "re-release" di Origin uscì sotto la casa discografica 'Epic' nonostante fosse di fatto un falso. Conteneva la maggior parte delle traccie del vero Origin, ma per alcuni brani furono usate versioni diverse. Nel caso di "Whisper" e "My Immortal", furono usate le versioni contenute in Fallen. Il CD conteneva inoltre bonus tracks come "Missing" (in forma molto corrotta ed in qualità estremamente bassa), la cover dei Nirvana "Heart-Shaped Box", ed un trance remix di " Bring Me To Life".

La porzione audio del CD era prodotta in modo molto povero, e nella maggior parte dei casi le canzoni erano corrotte o di bassa qualità (come se scaricate in mp3 e poi masterizzate su di un CD). Questa bootleg ha un art work dall'aspetto piuttosto professionale, con un CD con una stampa serigrafica industriale ed un inserto pieghevole con una piccola biografia (che rimarca soprattutto la controversia della 'Christian band').

La copertina è simile a quella dell'originale ma con impresso sopra il disegno di un teschio. La differenza più ingente è il logo degli Evanescence, che è stato reso più nitido e alterato nelle proporzioni, rendendolo diverso da qualsiasi design mai pubblicato dalla band. Il CD ha una stampa lucida rossa con l'immagine di una mano insanguinata, la cui scia di sangue va a formare la parola "sorry". L'inlay posteriore mostra un volto di donna rosso su sfondo nero, oltre alla tracklist. L’inserto interiore ha un’immagine della band (la stessa del booklet di Fallen ma con tonalità di rosso).

Nell’artwork posteriore i crediti sono copiati dal retro di Fallen.

Modern Bootlegs

Autentico ("All rights") e Falso ("All right")
Stampa autentica e Bootleg inferiore

Recentemente, i falsi stanno diventando difficili da distinguere dall'originale. In questi sono presenti un grafica identica a quella dell'originale, una numerazione distintiva dei CD ed un identico elenco delle tracce (che comprende la stessa traccia nascosta aggiuntiva). Si crede che qualcuno della Bigwig Enterprises stia producendo questi oggetti a causa della loro ottima fattura, ma ciò non può essere verificato. In ogni caso, queste bootleg stanno saturando il mercato delle aste online rendendo quasi impossibile acquistare una copia reale dell'album. Di solito vengono vendute su eBay a $40-$60. Ci sono due diversi modi per distinguere un falso. Uno di questi è quello di controllare la tonalità dei neri: i falsi mostrano una tinta tendente al marrone la dove negli originali vi è un puro nero. Nelle coppie false è possibile riscontrare persino un errore di battitura sotto la voce "Evanescence is:" dove appare erroneamente scritto David Hodgos invece di David Hodges.


Download

Puoi scaricare una Perfect Rip dell'EP qui:

—notare che usando il cue sheet per masterizzare una copia del disco creerà una traccia di silenzio al posto della traccia nascosta, ma la traccia nascosta non sarà compresa nel CD.
  • o download gli mp3 qui

Voci correlate

Note e Fonti

  1. Email da Bradley S. Caviness a DhammaSeeker, 29 Mar 2007 11:39 AM (GMT-6)
  2. bigwigenterprises.com - 6 febbraio 2003
  3. DeBarros, Anthony (May 8, 2003). "Evanescence lands someplace special". USA Today. http://www.usatoday.com/life/music/news/2003-05-08-evanescence_x.htm. Retrieved April 7, 2012.
  4. McCabe, Ryan (July 3, 2003). "Debut album shows progression of alternative band". The Youngstown Jambar. http://www.thejambar.com/news/debut-album-shows-progression-of-alternative-band-1.2572114. Retrieved April 7, 2012.
  5. "An Interview With Amy Lee". EvanescenceWebsite.com. http://www.evanescencewebsite.com/SITE/?page_id=214. Retrieved May 14, 2013.
  6. 6.0 6.1 "Enclave Interview (1998)". evanescencewebsite.com. Archived on 27 maggio 2015. Template:Citation error. http://www.evanescencewebsite.com/?p=11553.
  7. "Evanescence (sept. 2000)". Archived from [www.strangerthingsmag.net/evanescence.html the original] on 17 maggio 2007. http://web.archive.org/web/20070317070110/http:/www.strangerthingsmag.net/evanescence.html.
  8. "Evanescence leader Lee unlocks 'Door' (Reuters)". entertainment-news.org. Archived from [www.entertainment-news.org/breaking/54828/evanescence-leader-lee-unlocks-door.html the original] on 27 agosto 2007. http://web.archive.org/web/20070827083214/http://www.entertainment-news.org/breaking/54828/evanescence-leader-lee-unlocks-door.html. Retrieved 22 mluglio 2015. Amy Lee: "Possiamo per favore saltare la storia della faccenda cristiana? Ne ho davvero abbastanza. È la cosa più seccante. Mi ci sono opposta fin dall'inizio; non ho mai voluto essere associata ad essa. È una cosa che riguardava Ben. È tutto finito. È un nuovo giorno."
  9. 9.0 9.1 Delfiore (2004). "E ora me la rido". Tribe Magazine. http://www.evanescencewebsite.com/Fallen/displayimage.php?album=173&pos=0. Retrieved 16 gennaio 2014.
  10. Traccia fusa in seguito nel finale di Eternal
  11. Originariamente da collocarsi in Origin - MTV interview
  12. 12.0 12.1 http://web.archive.org/web/20010217225323/http:/truetunes.com/content/reviews/100500evanescencerev.asp
  13. 13.0 13.1 13.2 13.3 13.4 Note di copertina di Evanescence, Origin, BigWig Enterprises, Compact Disc, 2000
  14. La stessa immagine appare nei seguenti album, tutti pubblicati precedentemente ad Origin: In The Shadows of Angels (bootleg dei The Sister of Mercy - 1992), Stalker (EP dei The indipendennts - 1996), Cassandra (album di Zoar - 1997), Colbat Witch (album dei Go Go Guillotine - 1997), Wide Receiver (bootleg dei The Sister of Mercy - 1997)
  15. http://evthreads.proboards.com/post/46705
  16. http://www.flickr.com/photos/10411559@N07/3566458046/in/photostream/
  17. http://www.flickr.com/photos/10411559@N07/3566481074/in/photostream/
  18. http://www.flickr.com/photos/10411559@N07/3565661353/in/photostream/
  19. come citato in traduzione nel libretto dell'album
  20. 20.0 20.1 20.2 20.3 20.4 20.5 "EVANESCENCE ANNOUNCES MAJOR LABEL RECORDING DEAL". Bigwigenterprises.com. Archived from the original on February 7, 2003. http://web.archive.org/web/20030207073919/http://www.bigwigenterprises.com/announce.htm. Retrieved February 14, 2014.
  21. bigwigenterprises.com - 20 aprile 2001
  22. bigwigenterprises.com - 5 giugno 2002
  23. Tutte le immagini sono state ottenute grazie alla WayBack Machine