Amy Lee's paintings and art/it

From The Evanescence Reference
Jump to: navigation, search
Amy Lee mentre dipinge il quadro Octopia (2013).
Article.png

Amy lee's Artwork is available in english. See the article

Amy lee's Artwork está disponible en español. Ver el artículo

Το άρθρο Amy lee's Artwork είναι διαθέσιμο στα ελληνικά. Δείτε το άρθρο

Amy lee's Artwork está disponível em português. Ver o artigo

Amy lee's Artwork به زبانِ پارسی موجود است. مقاله را از اینجا بخوانید


Dietro la vera vocazione di Amy Lee e il suo amore per la musica (che rimane la prima è indiscussa passione della cantante[1]), vi è il suo interesse per ogni altro tipo di arte: dall'animazione ai film, dalla pittura alla cucina. La pittura in particolare è una delle arti che, dopo la musica, affascina maggiormente la cantante. La sua casa è piena di quadri[2]. Quando infatti Amy non è impegnata con la musica, o vuole prendersi una pausa, le piace dipingere[2]. In diverse occasioni alcuni suoi disegni o quadri sono stati condivisi o regalati, come è avvenuto per esempio durante il contest di The Stashbox (vedi lo schizzo e il primo quadro delle giraffe).

Vin1.jpg Amo dipingere ed è solamente la scorsa notte che mi dicevo: "Non vedo l'ora di tornare a casa per dipingere ancora un po'". L'adoro perché non sento alcuna pressione. Mi piace avere un progetto parallelo sempre in corso d'opera quando sto lavorando con la band, questo è accaduto specialmente quando ero impegnata con le registrazioni. In quei casi per esempio c'era sempre qualche quadro in sospeso. Questo perché quando rimango incastrata in un aspetto della vita e sento veramente, vertente il bisogno di divincolarmene, ho il bisogno di mantenermi in movimento, continuare a creare, quindi spostare la mia attenzione su cose completamente differenti come la pittura o la cucina o qualsiasi altra cosa solamente per variare, persino quando sono bloccata sulla musica. Ho ancora dei dipinti inconclusi per i quali sento ancora il bisogno di tornare a casa. Mi impegnano per parecchio tempo. Ma questa è una buona cosa, perché sento come se non ci fosse alcuna aspettativa per loro di diventare qualche cosa di concreto, sono solamente per me. Se mai un giorno volessi farne qualcosa e condividerli, potrei anche farlo, ma non sono obbligata e nessuno si aspetta qualcosa dal genere da me, perciò è come se avessi ancora un luogo in cui sentirmi completamente libera.[2] Vin2.jpg

Diari e manoscritti

La copertina del The Open Door journal.

The Open Door journal

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi la pagina The Open Door journal

Diario con appunti, testi e disegni realizzati da Amy durante l'era di The Open Door. Tra le pagine scannerizzate e postato sul forum ufficiale della band, EvClub, vi sono esclusivi disegni fatti dalla cantante ed alcuni testi scritti a mano da Amy (Cloud Nine, Lithium, Lose Control, Lacrymosa, Sweet Sacrifice, Weight of the World, Your Star, Call Me When You're Sober e Good Enough).

Falen journal

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi la pagina Fallen journal

Diario con appunti, testi e disegni realizzati da Amy durante l'era di Fallen. Tra le pagine scannerizzate e condivise nel 2003 sul sito ufficiale della band, evanescence.com, vi sono esclusivi disegni, alcuni testi scritti a mano da Amy (Taking Over Me, Haunted, Hello, My Last Breath, Bring Me to Life, Missing, Breathe No More, Farther Away e Going Under) e pagine riportanti alcuni pensieri della cantante. Alcune di queste pagine vennero poi ripubblicate in alta definizione nel forum ufficiale della band, EvClub, aperto nel 2006.

Altri scritti

Quadri e disegni

Di seguito non viene riportata l'intera opera pittorica della cantante ma sono stati riproposti i quadri e i disegni che fino ad ora hanno visto la luce sulla rete. Le date indicate fanno riferimento a quella della loro pubblicazione sul web, o ad una possibile datazione in base al contesto a cui fanno riferimento. Anche i titoli, il più delle volte, non sono da considerarsi quelli ufficiali; solo il titolo di alcuni di questi è stato chiaramente esplicitato da Amy Lee (es. "Octopia"). A causa della loro produzione casalinga e della loro natura, a volte puramente preparatoria, molti di questi lavori potrebbero anche non avere un vero e proprio titolo. Eventuali approfondimenti e citazioni riguardanti le opere sono riportate nelle apposite note di descrizione. Nel caso in cui si dovesse notare una lacuna nei contenuti si prega di prestare il proprio contributo o contattare lo staff.
Quadri
Schizzi e disegni

Video

Screenshot del video.

LLoyd's Forest Adventure

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi la pagina LLoyd's Forest Adventure


LLoyd's Forest Adventure è un breve corto realizzato con la tecnica dello stop-motion (conosciuta in italiano anche come ripresa a passo uno[3]) da Amy Lee.

Screenshot del video.

The Britney Spears Video

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi la pagina Destructo Video


Un video musicale al quale hanno partecipato Lenny, Amy e Will. La canzone che si sente nel video è la cover di "...Baby One More Time" di Britney Spears, eseguita dai Material Objects[4].

Abiti

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi la pagina Amy Lee's clothes and fashion


Oggetti

Lunch Box 2008

Lunch box

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi la pagina The Lunch box Auction


La The Lunch box Auction è un'asta benefica nata dalla collaborazione tra la Food Bank For New York City e The Lunchbox Fund, che aiuta a combatterre la fame a New York e a Soweto, Sudafrica, tramite la vendita di lunchbox unici creati da persone famose. Amy ha partecipato all'asta del 2007 (entrami i cesti sono stati venduti a 700$) e a quella del 2008 (quell'anno il cestino di Amy ha ricevuto la più alta offerta tra tutti quelli esposti all'asta ed è stato venduto ad un certo YukiQueen al prezzo di 4,185.00$)[5].

Le Ugg disegnate da Amy

Amy UGGs

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi la pagina The UGG Australia "Art & Sole" Charity Auction


UGG realizzate da Amy in occasione dell'asta benefica nata dalla collaborazione tra GOTTA HAVE IT!® Auctions e UGG® Australia. In questa asta diversi artisti progettano il design di un paio di UGG per poi venderle online. Le Ugg di Amy, da quanto si è detto su EvBoard, sono state vendute per 400 $[6].

Vin1.jpg Ho raccolto una cosa come un milione di little care bears, beanies, lego e quant’altro, quindi li ho cuciti ed incollati sulla superficie di quelle cose. Erano come enormi piedi trasformabili. Le ho amate![7] Vin2.jpg
Il piano dipinto da Amy

Painted piano

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi la pagina Gibson Guitar "Paint For PEP" Charity Event


Durante il Gibson Guitar "Paint For PEP" Charity Event, tenuto il 4 dicembre 2004 all'interno del Gibson Baldwin Showroom, Los Angeles, California[8]. Questo evento, nato dalla collaborazione del PEP (The Pediatric Epilepsy Project) e la Gibson Guitar, ha visto la partecipazioni di diverse celebrità, tra cui Amy Lee, impegnate a dipingere le quaranta chitarre elettriche generosamente donate dalla Gibson.

Durante l'evento Amy ha dipinto un intero pianoforte (probabilmente l'unico fra tante chitarre) della Baldwin Piano Company, azienda che dal 2001 è amministrata dalla Gibson Guitar Corporation. Gli strumenti sono stati venduti ad un'asta di beneficenza a favore del Dipartimento Pediatrico di Neurologia della UCLA[8].

Altro

Note

  1. Foglio con su scritto a mano da Amy il testo della canzone Imaginary. La scansione venne pubblicata sul sito ufficiale degli Evanescenze durante il decimo anniversario di Fallen.
  2. Foglio con su scritto a mano da Amy il testo della canzone Imaginary. La scansione venne pubblicata sul sito ufficiale degli Evanescenze durante il decimo anniversario di Fallen.
  3. Foglio con su scritto a mano da Amy il testo della canzone Whisper. La scansione venne pubblicata sul sito ufficiale degli Evanescenze durante il decimo anniversario di Fallen.
  4. Foglio con su scritto a mano da Amy lo spartito di note del bridge della canzone Whisper. La scansione venne pubblicata sul sito ufficiale degli Evanescenze durante il decimo anniversario di Fallen.
  5. Foglio con su scritto a mano da Amy il testo della canzone My Heart Is Broken.
  6. Foglio con su scritto a mano da Amy il testo della canzone Lost In Paradise.
  7. Foglio con su scritto a mano da Amy il testo della canzone Can't Stop What's Coming.
  8. Foglio con su scritto a mano da Amy il testo della canzone Dark Water.
  9. Foglio con su scritto a mano da Amy il testo della canzone Lockdown.
  10. Foglio con su scritto a mano da Amy il testo della canzone Speak to Me. Amy condivise alcuni stralci del testo già l'11 agosto 2015 ([1], 2), circa un anno e mezzo prima della pubblicazione della canzone. Il testo completo venne poi pubblicato nel libro di Voice from the Stone nel 2017.
  11. L'attribuzione di questo quadro a Amy Lee non è certa. Si specula sul fatto che che in esso sia rappresentato un autoritratto della cantante. Un'immagine del quadro fece la sua apparizione sul sito ufficiale della Bigwig Enterprises, utilizzata come copertina dell'EP Sound Asleep. Il nome del file era "goblin.jpg". Anche se la copertina fu pubblicizzata nel sito web, non fu mai stampata e nel 2003 fu sostituita con una generica immagine di CD.
  12. Quadro che venne condiviso da Amy su EvBoard nel 2004.
  13. Dipinto di Amy riutilizzato nel 2010 per la copertina del singolo Together Again.
  14. 14.0 14.1 Quadro e relativo schizzo messi in palio nel concorso indetto da the stashbox, dove tra l'altro vennero messi in palio diversi dischi autografati da Amy. Il quadro venne vinto da Thomas Calmeida ([2]), mentre lo schizzo da una certa AnnaEVfan.
  15. Quadro fatto interamente di tappi di bottiglia. La foto venne postata su Twitter da Amy il 15 luglio 2012: "Finally drank enough wine to complete my cork-board! Cheers ;)".
  16. Quadro dipinto da Amy utilizzato nel 2012 come sfondo del su profilo di Twitter.
  17. Il nome del quadro venne scritto da Amy su Twitter. La sua conclusione venne annunciata da Amy l'8 ottobre 2013 in un post su Twitter: "Finally finished it! "Octopia" is complete :)"
  18. Quadro raffigurate due giraffe dipinto per la "stanza del bambino" ([3]). L'intero processo di realizzazione del quadro è stato immortalato da Amy in un video realizzato in stop motion.
  19. Quadro dipinto da Amy a cavallo tra il 2018 e il 2019 durante il periodo di pausa post Synthesis. Questo è quello che disse Amy quando pubblicò la foto del suo quadro sui social: "What do I do in my free time? I paint flyin bananas". (12).
  20. Immagine postata da Amy su Evthreads. Nel disegno può essere letto il testo: "When I eat pie I get high bum bum peanut spread in my bed... Poe you’re in my soggy underwear... Why oh why did I eat pie... when I say pie you say why oh why... that’s why I’m the best [...]... for your best friend... so that’s why I’m laughing... all Iwanna know is [...] my zoom zoom zoom a in a boom boom...". Tra le labbra si può leggere "Princess lips".
  21. Foglio con un surreale disegno ispirato alla canzone Imaginary. La scansione venne pubblicata sul sito ufficiale degli Evanescenze durante il decimo anniversario di Fallen.
  22. Disegno che ha ispirato la copertina di The Open Door: "I design most of my stage clothes and come up with a lot of the concepts for our music videos and special events. Like the album cover for The Open Door- I sketched the cover, and then had the giant door and the dress made, so we could recreate the drawing in a photo. You need your artwork and look to do the best possible job describing you as you see yourself so that people can get closer to the heart of the music" (Amy lee, culturecompass.co.uk). Gail Marowitz, direttore artistico della cover ha dichiarato: "Tutto è incominciato da uno disegno fatto da Amy Lee. Discutendo su quel disegno con il mio set designer Marlow, ci siamo resi conto che a renderlo così avvincente fosse la differenza di scala tra la persona e la porta e che avremmo dovuto costruire qualche cosa che concretizzasse questo fatto". Per ulteriori approfondimenti vedi la voce: Making of The Open Door Cover.
  23. Logo degli Evanescence autografato da Amy. Sul voglio appare la data 2-10-11. Venne offerto come premio durante un concorso. Il requisito minimo di partecipazione era l'aver acquistato l'album in formato CD o su iTunes. In palio vi era anche uno screensaver.
  24. Schizzo preparatorio dell'abito indossato dalla cantante durante il video di Bring Me To Life. La scansione venne pubblicata sul sito ufficiale degli Evanescenze durante il decimo anniversario di Fallen.
  25. Schizzo preparatorio del corsetto indossato dalla cantante durante il video di Going Under. La scansione venne pubblicata sul sito ufficiale degli Evanescenze durante il decimo anniversario di Fallen.
  26. Schizzo preparatorio dell'abito intitolato da Amy The Princess Corpse Dress.
  27. Schizzo preparatorio dell'abito intitolato da Amy The Princess Corpse Dress.
  28. Schizzo preparatorio della prima versione del Flag dress. La scansione venne pubblicata per la prima volta durante il concorso organizzato da The Stashbox. Durante il concorso veniva chiesto ai fan di scegliere tra le due possibili alternative. Vinse la seconda versione dell'abito, indossato durante i concerti successivi.
  29. Schizzo preparatorio della seconda versione del Flag dress. La scansione venne pubblicata per la prima volta durante il concorso organizzato da The Stashbox. Durante il concorso veniva chiesto ai fan di scegliere tra le due possibili alternative. Vinse la seconda versione dell'abito, indossato durante i concerti successivi.
  30. Schizzo preparatorio dell'abito indossato da Amy Lee nel video di Speak to Me. L'abito fu progettato da Amy insieme all'amica Anna Lombardi, costumista del video della canzone e del film Voice from the Stone ad essa correlato (1).

Fonti

  1. H., Claire (17 ottobre 2012). "The Lowdown: Interview with Amy Lee of Evanescence". AltSounds. http://hangout.altsounds.com/features/153489-lowdown-interview-amy-lee-evanescence.html#718qIxGDR4RqsiBF.99. Retrieved 5 marzo 2015.
  2. 2.0 2.1 2.2 Black Velvet, Shari (febbraio 2013). "Evanescence: The Future's Endless Possibilities". Black Velvet. http://evthreads.proboards.com/post/54801. Retrieved 5 marzo 2015.
  3. Il passo uno, chiamata anche ripresa a passo uno o animazione a passo uno (in inglese stop-motion o anche frame by frame) è una tecnica di ripresa cinematografica e di animazione. Con l'espressione "passo uno" si può intendere sia la tecnica impiegata, che il prodotto ottenuto con la stessa.
  4. The Material Objects
  5. La vincita di YukiQueen
  6. http://www.evboard.com/ugg-boots-designed-by-amy-20777-10.html
  7. Vedi l'intero post di Amy (SnowWhite) su EvThread - 12-12-2008, 02:43 PM
  8. 8.0 8.1 http://www.mi2n.com/press.php3?press_nb=74391

Voci correlate